(Pdf Read) [Rete padronaApple Google co Il volto oscuro della rivoluzione digitale]

Pensavo mi desse ualcosa di pi ok la storiella su uanto sia stato cattivo Steve Jobs che tutti ormai conosciamo ma non dice nulla di originaleUna serie di articoli ben scritti su vari aspetti della rete e della tecnologia da a Google passando per Apple e per l elusione fiscale messa in atto da uesti colossi senza trascurare lo sfruttamento del lavoro minorile e non in molti paesi del terzo mondoNulla che gi non si sapesse credevo di trovare ualcosa di pi approfondito rispetto alla conoscenza che chiunue si fa leggendo gli articoli a volte anche solo i titoli di giornale L ultima parte un po meno scontata invece discretamente noiosa insomma un po delusa Nota positiva il linguaggio chiaro semplice e da un taglio decisamente divulgativo adatto ai non addetti ai lavori L aver affrontato uesto saggio a ben cinue anni di distanza dalla pubblicazione ne ha parecchio depotenziato la portataMolto di uanto detto da Rampini ormai noto ed assodato in estrema sintesi uando in internet ualcosa gratis vuol dire che il prodotto siamo noi ma uesto ritardo ha reso possibile la verifica di molte profetiche affermazioniLo scenario sostanzialmente uello prospettato anche se a mio parere l impatto tecnologico nella uotidianit non ha ancora visto il suo vero boom per lo meno in Italia Non che uesto sia un maleSicuramente anche letto oggi il volume offre ai neofiti una prospettiva pi completa del rapporto reteuomoIndispensabile secondo me a compendio di uesto saggio l ampiamente citato romanzo Il Cerchio di Dave Eggershttpswwwgoodreadscombookshow2 L autore lo presenta come un viaggio Un viaggio attraverso il tempo per analizzare le rivoluzioni digitali che negli ultimi vent anni hanno mutato tanto profondamente il mondo in cui viviamo il nostro rapporto con la comunicazione l informazione la conoscenza la socialit le persone Attraverso lo spazio dalla California della Silicon Valley ai regimi autoritari di Cina e Russia per mostrare le vie spesso tortuose percorse da tecnologie che concepite per aiutare l uomo finiscono per trasformarsi in strumenti di oppressione e suilibrio sociale E attraverso le esperienze individuali degli uomini che ueste tecnologie ci hanno donato Bill Gates Mark Zuckerberg Steve Jobs Rete padrona il tentativo di Federico Rampini di sviscerare il gap che riconosciamo oggi tra l esultante fase pionieristica di vent anni fa uando si vedeva nella Rete lo strumento definitivo di liberazione dell uomo attraverso la conoscenza ai pi discutibili esiti moderni della rivoluzione digitale i nuovi "Padroni dell Universo divenuti controllori onnipresenti della nostra privacy elusori fiscali "dell Universo divenuti controllori onnipresenti della nostra privacy elusori fiscali spereuazione economica e disagi sociali Un viaggio che Rampini considera indispensabile per cogliere vera natura del capitalismo contemporaneo e che ha il Rampini considera indispensabile per cogliere la vera natura del capitalismo contemporaneo e che ha il compito di districarsi tra i due opposti estremi dell ottimismo tecnocratico e della disintegrazione apocalitticaPeccato sia un viaggio che ci mostra solo paesaggi gi visti e che alla fine non conduca da nessuna parte Il saggio di Rampini si caratterizza per superficialit di approccio e scarsit di approfondimento tematico non dice uasi nulla che non appartenga ormai da anni al bagaglio di conoscenze comuni a chiunue non abbia vissuto fino a ieri in una grotta Le parti pi decisamente dedicate alle problematiche della rivoluzione digitale che dovrebbero costituire lo specifico del libro si attestano per buona parte ad un livello da Internet for Dummies La colpa come sempre non della tecnologia ma di chi li usa sostanzialmente il concetto di fondo del saggio fino a spingersi persino a fornire definizioni per concetti come link la breve citazione che noi clicchiamo e ci porta al contenuto integrale un po come fa Di Pi che uando in un articolo si cita un nome straniero fornisce tra parentesi la pronuncia italiana traslitterata a favore di un eventuale pubblico attempato Peccato che in un saggio sul volto oscuro della rivoluzione digitale certe nozioni si sarebbero date per scontate Dove Rampini brilla invece nelle discussioni di tipo geo strategico o economico che evidentemente gli riescono pi congeniali come nei capitoli sulla Muraglia di Fuoco Cinese o sulle monete virtualiIl primo problema di Rete padrona strutturale Nel senso che se siete tra coloro che seguono da sempre l attivit giornalistica di Federico Rampini come corrispondente di Repubblica da New York avete gi letto uesto libro Il volume non lo dichiara in alcun modo ma il saggio di Rampini per un buon 90% altro non che il collage di articoli gi apparsi su Repubblica o su altri giornali come Azione il settimanale della Cooperativa Migros Ticino con le necessarie modifiche e giunture nel raggruppamento dei singoli pezzi uando troppo corti per raggiungere la forma capitolo o le inevitabili minime revisioni per adattare il pezzo al nuovo contesto Certo alcuni paragrafi e parti di capitoli sono stati scritti ex novo e ci mancherebbe In larga percentuale tuttavia se volete leggere le opinioni di Rampini sul tema Rete padrona non avete che da usare GoogleNon una semplice uestione di principio Fondere insieme articoli di provenienza eterogenea cronologica e tematica in un discorso che si pretendereb. Possiamo comprare ualunue cosa con un semplice clic ma ignoriamo i veri costi sociali e non solo del nostro shopping online Possiamo comunicare con tutti in ogni momento ma ci si.

Lady Derring Takes a Lover The Palace of Rogues Lone Wolf Rising Summer Stuntwriting One The Snow Mountain Bouncer (Chums) The Sacred Ego

READ & DOWNLOAD Rete padronaApple Google co Il volto oscuro della rivoluzione digitale

Rete padronaApple Google co Il volto oscuro della rivoluzione digitaleBe generale e unitario uale uello che Rampini intende Ui Sviluppare Un Operazione Che sviluppare un operazione che funziona Non funziona nei singoli che Rampini intende ui sviluppare un operazione che non funziona Non funziona nei singoli che spesso si ritrovano a saltare di palo in frasca lungo precarie suture perfettamente evidenti gli attacchi dei pezzi di Rampini sono tutti uguali nello stile si vede benissimo uando ne comincia uno nuovo associando la presentazione di temi e figure accomunati da affinit intrinseche talvolta piuttosto esili E non funziona al livello del discorso complessivo dove Rampini in mancanza di una rielaborazione sostanziale della materia originaria Si Ritrova A Mettere Insieme ritrova a mettere insieme libro in cui l atteggiamento dell autore verso il proprio tema cambia a seconda del punto di vista da cui lo osserva L esempio migliore sono forse i casi Snowden e WikiLeaks la cui discussione ricorre svariate volte nel corso del libro con prospettive e valutazioni di volta in volta differenti in merito all effettiva capacit eversiva in senso lato delle rivelazioni ora presentate come la prova di uanto sia facile sconvolgere un sistema dall interno pur senza essere ai ranghi pi alti dell operativit ora lievemente sminuite come cose che in fondo uando vennero rivelate gi tutti sapevano grazie alle analisi dei giornaliMa si pu andare ancora oltre perch al di l dei problemi che attengono alla maldestra composizione del volume il saggio di Rampini vacilla proprio in uello che dovrebbe costituire il cuore pulsante dell argomentazione e cio l analisi della natura chiaroscurale della Rete padrona Come ho detto l assunto fondamentale dei vari articoli che compongono il testo che non esistono tecnologie buone o cattive di per s tutto dipende da come le si usa I giganteschi protagonisti della rivoluzione digitale nascono in un ottica libertaria egualitarista free e finiscono per inuinarsi cedendo alle lusinghe della pubblicit Forniscono servizi di cui ormai non sappiamo pi fare a meno i servizi di posta elettronica di Gmail le ricerche di Google le interazioni sociali di Facebook e Twitter ma al tempo stesso li sfruttano per carpirci dati personali informazioni su gusti e preferenze trend di acuisto e altro per venderci ai Big delle pubblicit o nel caso dei Governi per controllare i popoli e far passare immagini corrette della realt politicaLa domanda e dunue C era bisogno di leggere un libro per saperlo Oggi nell Anno del Signore 2014 Dopo le rivelazioni sul Datagate o le cronache delle proteste di San Francisco contro i techies per restare solo a due macro episodi Probabilmente le analisi di Rampini meritavano il loro giusto spazio mano a mano che uscivano sui giornali a partire dal 2011 diffondendo la conoscenza di fatti di cui solo allora si cominciava a rendersi conto ma riproporle identiche oggi uando ormai costituiscono communis opinio sotto forma di saggio unitario pare un po fuori tempo massimo Oltre alla definizione di uno stato dell arte noto ai pi oltre alla messa in campo di nozioni informazioni e ricostruzioni di vicende cos ha da offrirci Rete padrona che gi non sappiamo I giornali li leggiamo tutti e lo facciamo uasi tutti i giorni ci siamo accorti da parecchi anni che uando scriviamo una mail su Gmail gli AdSense si modificano in base al contenuto o che su Facebook la pubblicit ormai chirurgicamente personalizzata o che gli Stati Uniti controllano i cellulari di tutti in Cina e in Russia su Internet si trova solo uello che non d fastidio al Governo in California si accumulano miliardi nelle mani di una ristretta tecno lite mentre i mezzi pubblici cadono a pezzi e la gente viene sfrattata da case i cui prezzi di mercato salgono sempre pi alle stelleSe il volto oscuro della rivoluzione digitale uesto gi da un bel po che stato messo in luce Ho finito uesto libro tutto d un fiato curiosa di leggere un epilogo che mi ha distrutto psicologicamente e non esagero Appena chiuso il libro ho iniziato a sentire un forte disagio e da li sono iniziate le domande interioriRe windadoro Rampini continuer a leggere i suoi saggi perch sono stimolanti e facili da capire anche per i non addetti ai lavori Di lui ho gi letto Banchieri Storie dal nuovo banditismo globale e Slow Economy rinascere con saggezza entrami molto interessanti e uasi premonitori come Rete Padrona Rampini sempre molto analitico nelle sue considerazioni con il suo bagaglio di esperienza assolutamente invidiabile un uomo che si adattato a vivere in diversi stati con diverse culture Una persona che trasmette l idea che lui sa uello che diceIl tema uesta volta molto caro alla sottoscritta l influenza della Rete nelle nostre vite e iu compromessi che ciascuno di noi disposto ad accettare pur di essere connesso Io personalmente sono un anti conformista da sempre FacciaLibro lo feci in Spagna nel lontano 2008 uando in Italia si iniziava a sentire forse perch tutti ce l avevano ed era un modo per farsi nuovi amici in terra stranieral ho usato 3 volte in croce e non mi sono mai fatta degli amici tramite uesta piattaformacomunue da oggi far a meno di aprirlo a meno che non sia costretta Non sono neanche una despota secondo cui tutti dovrebbero farne a meno per carit ma sicuramente bene che siano consapevoli di ci che veramente e ne accettino anche eventuali. Amo dimenticati cosa vuol dire concentrarsi ascoltare noi stessi Abbiamo accesso a un’incredibile uantità di informazioni sul mondo ma non ci accorgiamo che il mondo ha access. Conseguenze uello che traspare dal saggio che
#La Rete Un Mondo #
rete un mondo in cui tutti siamo allo stesso livello in cui tutti siamo uguali che non ci sono differenze del resto per esempio creare un account in un social di ualsiasi tipo gratuito FREE ma uanto ci piace uesta parola FREEci rende tutti ingenui si va bene tutto ma a che prezzo Ma soprattutto siamo veramente pi liberi ora Sicuramente l avvento di uesta tecnologia ha cambiato le nostre vite radicalmente ad oggi proviamo a stare un giorno senza smartphone o tablet comunue senza una connessione Per alcuni potrebbe essere shockanteIo faccio parte di Uella Generazione Che Ha Vissuto Il Cambiamento generazione che ha vissuto il cambiamento all et della scoperta in casa mia il primo Computer stato il Commodor 64 nei primi anni 90 internet a casa mia arrivato nel 97 con Asianet la mia prima mail l ho fatta nel 98 in piena adolescenza Mi ricordo che mio padre lavorava ancora in analogico e stava passando al digitale a uell epoca alle 17 finiva di lavorare e stava in famiglia Nel 2015 mio padre va in pensione e fino al giorno prima lavorava fino alle 22 di sera e pure nei fine settimana sempre in connessione sempre in rete c era sempre una mail che arrivava una telefonata a cui rispondere o cascava il cieloinsomma come mi ha confermato Rampini e vi confermo anche io che invece di essere agevolati da uesto Bengodi di Internet il mio tempo di lavoro aumentato del 50% abbondanteuindi oltre alle 40 ore settimanali ne aggiungo la met 60 ore settimanali perch il cliente se vuole parlarti alle 22 di sera e tu sei un libero professionista se ne frega se hai famiglia e ti vuoi fare gli affari tuoipeccato che il prezzo sia sempre lo stesso incredibilelavoro di pi do pi servizimi pagano menopurtroppo uesta una legge che dobbiamo tutti ricordarcela perch realisticaConsiglio di leggerlo uanto meno per rendersi conto di ci che forse la Rete non un demone ma che noi l abbiamo reso tale grazie alle nostre ambizioni Magari nelle prossime generazioni ci sar un ridimensionamento per ora l importante per me usarlo si ma come voglio e non come vogliono LORO E il tipo di libro che si legge per un periodo si lascia e uando si riprende ci si appassiona ancora di piu Ovviamente un tale sentimento affiora soprattutto in coloro amanti della moderna rivoluzione tecnologica anche se l autore tratta molti temi in maniera tale da attirare un pubblico non particolarmente tecnologico Credo sia per un lettore con occhio attento al giornalismosaggio L autore nel parlare dell infobesity ci introduce in un mondo che non vogliamo ammettere ma che e come il nostro cibo uotidiano da cui per uscirne ci si dovrebbe mettersi a dieta da informazioni Oppure fare corsi alla scoperta dell attenzione mentale e tecniche di meditazione Interessante escursione sui nuovi protagonisti dell economia mondiale colossi che stanno captando gli interessi e le vite della gente in tutto il mondo Facebook Google Apple ma pure Bill Gates e l inventore di WhatsApp chi sono cosa vogliono cosa stanno facendo con le nostre informazioni Consiglio vivamente la lettura di uesto libro per essere pienamente consci di uanto della nostra vita privata finisca nella mani altrui e del pericolo che corriamo regalando preziose informazioni a uesti signori Scritto in modo molto piacevole si legge facilmente e ci mette in allerta su possibili manipolazioni C un altro grande fratello che ci spia Legge e lo scoprirete Consigliato Partiamo subito da un presupposto uesto libro non rivela nulla di segreto di sconosciuto di poco chiaro Sconsiglio uindi la lettura agli esperti ai patiti dell informatica conoscono gi bene tutti i casi citati peraltro ormai datata visto che uesto libro del 2014 un era geologica fa rispetto alla velocit dei cambiamenti tecnologiciue Aneddoti e casi sul mondo della rivoluzione digitale dalla prospettiva di Rampini un italiano che vive negli USA C tanta Silicon Valley e tanta America Condivisibile dalla prima all ultima frase anzi no perch l ultima frase la data dell epilogo 30 giugno 2014 e purtroppo su uesti temi uattro anni si fanno sentireCi nonostante se alcune parti sono un po superate per altre i problemi anticipati sono giunti a maturazioneIn sintesi un efficacissima panoramica sui vari aspetti della rete consigliatissima per certi versi ai nativi e per altre ragioni ai non nativiTra le tante chicche ne cito due1 Alla Intel la Intel la cr me de la cr me ogni venerd proibito inviare o ricevere e mail allo scopo di favorire concentrazione e creativit 2 Transistor televisione computer cellulare celle solari laser e fibre ottiche tutti inventati nello stesso laboratorio grazie al principio dell intelligenza collettiva ADORATOuando si parla dei colossi del web si rischia di arenarsi in dati grafici e statistiche Rampini le cita ma da bravo giornalista coinvolge il lettore con una narrazione fluida tramite esempi che hanno come base la sua vita di tutti i giorni Il risultato un saggio molto interessante che fa riflettere ma che non annoia assolutamente In molti casi mi sono ritrovata a sorridere delle esperienze fatte dall autore Certo i temi trattati non brillano certo di originalit perch uesti argomenti sono stati ampiamente approfonditi. O a una uantità incredibile di informazioni su di noi Siamo sicuri che la rivoluzione digitale ci abbia reso più liberi O abbiamo nuovi padroni e non ce ne siamo neanche accort.